0932 822623

REGOLAMENTO ASD CIRCOLO NAUTICO CASUZZE

Il presente regolamento, redatto ai sensi dell’art. 17/d dello Statuto, si prefigge di regolamentare l’utilizzo dei servizi presenti nell’area, oggetto di concessione demaniale dell’Associazione, da parte di tutti i soci e degli utenti stagionali, nonché di stabilire i comportamenti, i divieti e le relative deroghe, così come di seguito dettagliatamente  descritti:

  1. La quota sociale stabilita dal Consiglio Direttivo dovrà essere interamente versata entro il 31 gennaio di ciascun anno.
  2. Tutti i soci in regola con la quota sociale ed i loro familiari hanno libero accesso all’interno dell’area recintata per usufruire dei servizi forniti dall’Associazione.  E’ consentito loro, altresì, di poter ospitare saltuariamente ospiti, quest’ultimi potranno accedere solo se invitati ed accompagnati dai soci stessi. Ciascun socio potrà accedere mediante chiavi opportunamente rilasciate, previa specifica richiesta al personale incaricato e secondo  le modalità determinate dal Consiglio Direttivo. L’uso improprio delle chiavi potrà essere sanzionato.
  3. E’ fatto divieto ai soci l’ingresso con autoveicoli e motoveicoli ad eccezione del carico e scarico temporaneo. Nel periodi di maggior fruizione dei servizi (Luglio e Agosto, festivi, prefestivi e fine settimana) tali operazioni potranno avvenire la mattina fino alle ore 10.00 e successivamente dopo le ore 19.00, raccomandando la massima prudenza nel percorrere l’area servizi.
  4. E’ consentito l’ingresso agli operatori esterni addetti alla manutenzione delle imbarcazioni purché incaricati dai soci interessati sotto la loro responsabilità.
  5. Tutti i soci hanno diritto ad un posto barca, che verrà individuato dal Consiglio Direttivo secondo le esigenze organizzative, tenendo conto, ove sarà possibile, le richieste dei soci stessi.
  6. E’ fatto assoluto divieto ormeggiare le imbarcazioni, anche temporaneamente, lungo la passerella e nelle acque antistanti concesse dall’autorità marittima per essere utilizzate esclusivamente quale corridoio di lancio.
  7. Il personale esegue esclusivamente le direttive del Consiglio Direttivo; qualsiasi osservazione dovrà essere avanzata allo stesso.
  8. L’associazione non assume responsabilità per eventuali furti di beni di proprietà dei soci allocati all’interno dell’area della concessione demaniale; l’imbarcazione dovrà essere di proprietà del socio e/o utente stagionale e dovrà essere assicurata per la responsabilità civile (anche per incendio, furto e danneggiamento). L’Associazione, in ogni caso, è esente da qualsiasi responsabilità derivante dalla eventuale mancanza di detta copertura assicurativa.
  9. E’ consentito l’uso dell’acqua e dell’energia elettrica fornita dall’Associazione; tale uso dovrà essere fatto con buon senso e diligenza e limitato allo stretto necessario, ma non in modo esclusivo. L’uso dell’acqua dovrà essere fatto obbligatoriamente mediante erogatore (pistola) che non permetta il continuo flusso dell’acqua; in mancanza l’erogazione verrà sospesa; deroghe a tali limitazioni potranno essere consentite dal Consiglio Direttivo, se fattibili sia dal punto di vista tecnico che organizzativo, determinandone le modalità e relativi costi.
  10. La struttura è fornita di appositi bagni ad uso anche dei soci. L’uso delle docce è consentito esclusivamente al personale; per particolari esigenze potranno essere utilizzate anche dai soci.       
  11. Il socio e l’utente stagionale hanno obbligo di provvedere allo spostamento della propria imbarcazione dal e per il posto avuto in assegnazione, provvedendo a far sì che il carrello non intralci le manovre di alaggio degli altri.
  12. Il socio e l’l’utente stagionale, ai fini della sicurezza, devono dotare le proprie imbarcazioni di idonei ganci e cinghie omologate per il sollevamento delle stesse, nonché di carrelli efficienti dotati di ruote idonee che consentano manovre agevoli. Su segnalazioni del personale relativamente all’efficienza del carrello, il Consiglio Direttivo potrà ordinare la sospensione del servizio di alaggio fino a quando non verranno rimosse le condizioni ostative.
  13. L’Associazione si riserva, in determinate giornate e per determinate manifestazioni,  di limitare l’alaggio delle imbarcazioni in orari che saranno tempestivamente comunicati con idoneo preavviso, mediante affissioni di appositi cartelli.
  14. Il Consiglio Direttivo si riserva, in ogni caso, a insindacabile giudizio dello stesso, ad eventuali modiche delle regole, di cui sopra, anche in via temporanea, se reputate necessarie.

 

 

 

 

IL PRESENTE REGOLAMENTO APPROVATO DALL’ASSEMBLEA DEI SOCI DELL’8/7/2016 VERRA’ AFFISSO NELLA BACHECA DELLA SEDE SOCIALE ED E’ FATTO OBBLIGO A TUTTI DI RISPETTARLO E FARLO RISPETTARE.